Ristorante dal 1740

Nel 1740 a Rialto nel centro di Venezia, un certo Pietro de Pieri aprì una taverna dove i clienti, esclusivamente pescatori, potevano gustare una specialità: la zuppa di muscoli. Ben presto questa bettola divenne famosa, e dai pescatori stessi battezzata "Peoceto" che in dialetto veneziano significa appunto "muscolo" o cozza.

La specialità  attira clienti d'ogni rango e a poco a poco la vecchia taverna si tramutò in un ritrovo di buongustai, frequentato dai nobili e aristocratici della città .

Verso la metà  del XVIII Secolo il locale venne chiuso per ordine di un Doge, deriso durante un pranzo al Peoceto. Alla morte di quello però il ristorante venne riaperto al grido di "Il Peoceto Risorto" e da quel giorno il "Peoceto Risorto" rimase la meta di tutti i turisti provenienti da ogni parte del mondo, in visita a Venezia.

Nei Libri d'oro del “Peoceto Risorto" si possono leggere le firme di grandi personaggi che vi hanno sostato:
la Regina Elisabetta d'Inghilterra, i Reali di Danimarca e Norvegia, Hamingway, Charlie Chaplin, Katerine Hepburn, Clarke Gable, Josephine Backer, Marcello Mastroianni Vittorio De Sica e molti altri ancora.

Natale

25/12/2021 - Scopri il menù di natale

Vedi il menù

Capodanno

31/12/2021 - Cenone di capodanno

Vedi il menù